Naturale Wine

Cantine e Vigneti

Non ci sono commenti

Movimento del vino naturale

Non c'è dubbio che il movimento del cibo naturale abbia preso d'assalto gli Stati Uniti. Da Trader Joe's a Whole Foods, le persone stanno rendendo il loro cibo e ciò che contiene una priorità. Il cibo in America ha attraversato piuttosto il ciclo. A un certo punto, il cibo veniva generalmente acquistato localmente, perché era proprio così che funzionava.
Anche se con il tempo i prodotti chimici e i conservanti sono diventati un additivo miracoloso per il cibo e hanno aumentato la durata di conservazione, e davvero non ne sapevamo niente di meglio. Nel 2015 sappiamo meglio, per la maggior parte. Nella maggior parte dei negozi di alimentari c'è la possibilità di acquistare carne e verdure biologiche, magari anche un burrito surgelato biologico. Quelle bottiglie di vino che porti a casa, controlli mai gli ingredienti su quelle? Probabilmente no, perché non ce ne sono elencati. Ci pensi due volte? Fare altri consumatori?

Se stai pensando di creare vino naturale, indipendentemente dal fatto che tu abbia una cantina esistente, forse stai cercando di acquistare un vigneto esistente in vendita e produrre il tuo vino, o addirittura costruirne uno da zero, queste sono domande a cui hai bisogno di una risposta per una varietà di ragioni. Approfondirò il controverso mondo del vino naturale e perché dovrebbe o non dovrebbe interessare a te come proprietario di un'azienda vinicola.

 

Cos'è il vino naturale?

Secondo wikipedia, “vino naturale in vino fatto con il minimo intervento chimico e tecnologico nella coltivazione dell'uva e nella vinificazione”.

Da notare, questo è diverso dal vino biologico. Il vino biologico è coltivato biologicamente, ma può quindi essere soggetto a manipolazione chimica o fisica nel processo di vinificazione. Questo è diverso dal vino naturale perché nulla (o il meno possibile) viene aggiunto o tolto al vino naturale durante il processo di vinificazione. Quindi tecnicamente, il vino naturale dovrebbe essere il più vicino possibile all'uva.

Manipolazioni tecnologiche del vino

Microbullage o microossigenazione: il processo di aggiunta di ossigeno sotto forma di minuscole bollicine al vino. Questo dovrebbe ammorbidire i tannini e rendere il vino più beverino.

Zucchero: per aumentare i livelli di alcol

Lievito d'autore: per conferire aromi e sapori particolari

Osmosi inversa: rimozione di acqua e/o alcol dal vino – questo permette ai viticoltori di non preoccuparsi del contenuto alcolico che può essere più alto con uve più mature.

osmosi inversa

Additivi Chimici nel Vino

Antiparassitari: L'uso di pesticidi in vigna può lasciare residui sull'uva.

Anidride solforosa: uccide i microbi e previene l'ossidazione

Sali di ammonio: ravviva il lievito morente e lo ferma prima che produca troppo zolfo

Acqua: se la gradazione alcolica è elevata, basta aggiungere acqua.

Aggiunte di quercia: prodotto in legno liquefatto, se non puoi permetterti le botti, aggiungi una goccia o due.

Questi sono solo un paio degli oltre 70 additivi che sono legalmente consentiti nel vino negli Stati Uniti. E nel caso in cui pensi di non bere questi additivi perché non sono sulla bottiglia, non sei ancora in chiaro. Non è necessario mettere la maggior parte di questi additivi sull'etichetta.

Vino biologico

Con il vino biologico è che devi pagare e tassare e diventare certificato. Molti scelgono di non farlo perché è costoso. L'altra cosa è che, indipendentemente dalle sostanze chimiche aggiunte al processo di vinificazione, il vino può mantenere l'etichetta biologica finché i vigneti rimangono biologici. Questo è controverso tra coloro che vogliono un vino veramente naturale.

Che cos'è ancora il vino naturale?

  • Nessuna molecola sintetica
  • Nessun diserbante chimico
  • Lievito indigeno
  • Uve raccolte a mano
  • Poco o nessun filtro
  • Pochi o nessun solfato
  • Il processo di vinificazione rispetta le uve

Sembra che molti che favoriscono questo processo lo facciano nel rispetto dell'uva, del terroir e del processo di vinificazione naturale.

Chi lo beve?

Apparentemente questa tendenza, sebbene sia andata avanti da un paio d'anni, deve ancora prendere piede. In totale si pensa che non più dell'uno per cento del mercato totale sia costituito da vini naturali. Alla moda come il vino naturale, conserva un piccolo seguito devoto alla moda.

Sembra che ci sia una generazione alla moda, quella che fa la spesa da cibi integrali e mangia patatine di cavolo riccio, e queste brave persone si sono innamorate del vino naturale. È della massima importanza sapere cosa sta succedendo nei loro corpi, fino all'uva. Pensa a Brooklyn e San Francisco. Questi sono luoghi dove ci sono bar interamente dedicati ai vini naturali.

Chi no?

Strano: l'altra parola usata per descrivere il vino naturale. Alcune delle manipolazioni tecnologiche nella vinificazione sono state fatte per mantenere una certa coerenza durante le annate. Anche se lo strano può essere buono, a volte potresti ottenere una bottiglia di aceto in cambio del tuo vino senza l'uso di queste tecniche moderne, e molti enologi giurano su di loro.

L'acquisto di una cantina in vendita è un enorme investimento e dedicare il proprio processo al processo naturale di vinificazione un'impresa enorme. Può anche essere un rischio enorme. I vini naturali non possono prometterti altro che la loro naturalezza. Chiunque acquisti una bottiglia di vino costosa, vuole l'aggiunta di solfiti. Questo perché senza di loro il tuo vino potrebbe avere il sapore di qualsiasi cosa, letteralmente. Quindi incrocia letteralmente le dita prima di stappare quella bottiglia.

Inoltre, non tutti coloro che producono vini naturali ne hanno la capacità. Produrre vino è una forma d'arte e una scienza, soprattutto se si ha intenzione di farlo senza manipolare in alcun modo il gusto. Se raccogli l'uva e la getti nel serbatoio, sarai fortunato se i ragazzi del college lo inghiottono.

Altre cose a cui stai rinunciando quando produci vino naturale:

  • Lievito da laboratorio prevedibile: sembra strano, ma i lieviti "selvatici" sono proprio questo, selvaggi e si prestano alla crescita di altri microbi. Sembra spaventoso, specialmente quando aggiungi termini descrittivi come "topo" o "coperta di cavallo".
  • Acidità: se lasciato fuori controllo, potresti avere o meno un pH preferibile. Ti piace il vino balsamico sulla tua insalata? Che ne dici del naso del tuo bicchiere di vino?

Il verdetto

Alla fine della giornata, sembra che il sapore non sia il motivo principale per cui i produttori di vino scelgono di essere naturali. Il pensiero di andare al naturale è ispirato dall'idea che è il modo onesto di fare il vino, e che si dovrebbe sapere cosa c'è nel vino che si beve, e dovrebbe essere principalmente uva. Certamente non è un brutto modo di vederlo dall'esterno della vinificazione. Poiché ci sono molti consumatori molto preoccupati per ciò che mettono nel loro corpo, è naturale che il vino segua lo stesso corso. Bisogna essere preparati alla mancanza di coerenza tra i vini naturali. Senza determinati additivi è difficile non solo mantenere un sapore consistente, ma anche assicurare al consumatore che il vino non si sia trasformato.

Abbastanza sorprendentemente, la tendenza non sembra avere la stessa forza del movimento alimentare naturale. I viticoltori esperti giurano su alcuni additivi e non perché vogliono manipolare il vino, ma vogliono preservare la qualità del loro vino e produrre solo il meglio. Detto questo, con gli additivi puoi essere sicuro che il tuo vino rimanga coerente da bottiglia a bottiglia e di anno in anno. Quando si creano bottiglie di vino più costose, questo tende ad essere più importante, anche se è comunque importante.

Qualunque sia il modo scelto, la vinificazione è una scienza, un'abilità appresa e richiede una grande quantità di conoscenze, un terroir e un clima eccellenti e una grande squadra. È possibile produrre un vino delizioso in modo naturale, biologico, biodinamico o tradizionale, e bisogna seguire le loro convinzioni in quale processo credono.

Gli articoli sono numerosi così come i forum, quindi leggi e scegli con saggezza!

jenny & francois selections – Importatore di Vini Naturali

The Wall Street Journal – I fatti reali dietro l'ascesa del vino naturale

Cibo e vino – Vino naturale: strano o meraviglioso

Vogue – Nessun prodotto chimico: questo è il vino più naturale che puoi bere

Newsweek – Perché il vino "naturale" ha un sapore peggiore del sidro putrido?

Vini naturali da provare e produttori di vino da tenere d'occhio

Cinque vignaioli spagnoli naturali

Il vino naturale co.

Lascia un Commento